1/52/53/54/55/5 (1 voti, media: 5,00 su 5)

Vi ricordate la regola classica delle Password? Ebbene, ecco la verità

Categorie: Tecnologie News | Massimo Carlone | 10-08-2017 | 0 Commento

News shock per tutti quelli che hanno imparato a creare password “a modo”… è stato svelato che questo sistema non funziona affatto, soprattutto ora che siamo nel 2017.

Non esattamente una bufala, ma l’evolvere dei tempi

Proprio così: l’autore di questa “strategia”, Bill Burr, ha deciso dopo ben 15 anni che questa metodologia per creare buone password è in realtà inutile. Ha voluto così svelare la verità su una conoscenza che era diventata obbligatoria per molti servizi. In molti siti è incoraggiata la presenza d’una password lunga, con minuscole e maiuscole e con numeri e simboli… in altri è veramente obbligatoria e non si può fare altrimenti. Come mai questo metodo di creare password non serve a niente?

Perché in un certo senso, il carattere non conta più nulla ma la lunghezza: nel mentre una parola di soli 8 caratteri può includere maiuscole, minuscole e simboli, è molto più veloce da “Cracckare” per tutti i servizi moderni. Molti computer al giorno d’oggi e tutti i loro relativi software hanno preso un evoluzione tale da anche avere una sorta di previsione di quale carattere può essere il più valido. Perciò, una password del genere può venire elaborata in meno d’una settimana.

Password lunghe

Quando una password è invece più lunga (Più di 15 caratteri) e viene esclusa la logica “Simboli+numeri+maiuscole” questa diventa più difficile da decriptare. Il punto è perciò questo: questa regola non vale più. Fu creata quando il Web era appena esploso e si basava su vecchi scritti degli anni 80. E’ perciò tempo d’evolvere questo aspetto e passare su frasi che non riguardano noi in alcun modo, ma che sono password lunghe e facili da ricordare (perché, in fondo, anche in 10 caratteri maiuscoli minuscole e simboli sono difficili da ricordare).

Molti consigliano di creare una sorta di filastrocca mentale, una serie di parole che possiamo ricordare facilmente ma che costituiscono una sola ed unica logica per noi.

Lascia un Commento

XHTML: È possibile utilizzare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>