1/52/53/54/55/5 (1 voti, media: 5,00 su 5)

Ataribox: nuovi dettagli rilasciati, ancora molto mistero

Categorie: Tecnologie News | Massimo Carlone | 21-07-2017 | 0 Commento

Dopo settimane di silenzio, l’Atari ha voluto finalmente dire la sua a proposito dell’Ataribox, la misteriosa nuova console che rivisiterà di nuovo il mondo dei videogiochi.

Unire il passato con il presente? L’Ataribox ancora avvolta nel mistero

Nel mentre il mercato continua ad andare avanti e milioni d’appassionati aspettano il Snes Mini, l’Atari non sembra voler mollare l’osso. Ha deciso di rilasciare nelle ultime ore a tutti gli appassionati dei dettagli in più a proposito di questa nuova console, dopo così tanti anni di silenzio sul mercato videoludico (se tralasciamo l’esistenza dei vari “Flashback” prodotti). Possiamo così finalmente vedere qualcosa di più dell’Ataribox.

Nell’apparenza, la console appare avere un estetica piuttosto particolare, che richiama i vecchi tempi nel quale l’Atari 2600 è comparsa sul mercato. La stessa ha un uscita SD, HDMI, e quattro porte USB. E’ anche presente una scheda di rete.

Ataribox nuovi dettagli

La cosa che ha messo un legittimo dubbio è come l’Atari ha voluto puntualizzare che la console avvierà giochi del passato e “presenti”. Su questo si stanno elaborando le più numerose teorie, di cui una punta a come l’Atari renderà disponibili tutti i suoi giochi disponibili nel mondo mobile direttamente su questa piccola console. In aggiunta di tutto ciò, l’Ataribox probabilmente potrà avviare giochi di tutte le passate generazioni della casa. Il tutto con una componentistica “Da PC”.

Una sfida diretta al Nes Classic Mini? Dopo il successo clamoroso che ha avuto, c’è sempre più interesse ad imitare ciò che la Nintendo ha saputo ripetere sul mercato dopo così tanti anni. l’AtGames ha rilasciato un Sega Genesis / Megadrive Mini, e anche se i pareri sono piuttosto discordanti sulle sue funzioni, rimane comunque un tentativo di seguire la casa di Mario in un successo dovuto a come vogliamo rivisitare il passato e farlo vivere anche a chi non ha potuto. Riuscirà l’Atari a fare lo stesso?

Lascia un Commento

XHTML: È possibile utilizzare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>