1/52/53/54/55/5 (1 voti, media: 5,00 su 5)

Photobucket ricatta gli utenti, immagini vecchie decenni scompaiono

Categorie: Tecnologie News | Massimo Carlone | 09-07-2017 | 0 Commento

Vi piace avere le vostre immagini posizionate in un servizio gratuito da anni ed anni? Beh, preparatevi sempre ad una cattiva sorpresa: un altro servizio che esiste da anni ha deciso di rendere a pagamento una delle utilità più di base che un servizio può offrire, ovvero quella che lascia visualizzare l’immagine direttamente su un sito web o a link diretto.

Dopo anni di pura esistenza semi-gratuita sulla rete, il “tradimento”

Qualcuno si ricorda ancora di Photobucket? Per molti, questo sito è stato ritenuto molto fastidioso, ma utile per tutti i fotografi e chi vuol caricare una grande quantità d’immagini in forma gratuita. Per una semplice cosa è stata sempre odiata: quando viene linkata un immagine direttamente, bisogna per forza caricare tutto il resto del sito – pubblicità comprese. Ma in fondo, questo era un modo per il servizio di “campare”, cosa che è stata col tempo negata tramite vari servizi di Adblock o utenti che semplicemente filtravano l’immagine via dal sito con altri metodi.

Ciò non rende necessariamente Photobucket una vittima, tutt’altro. Il suo ultimo gesto è al di fuori di qualsiasi giustificazione, e su quello sono d’accordo praticamente tutti. Si da il caso che Photobucket ha a sorpresa fatto un gesto assai particolare: bloccare tutte le immagini in “hotlink” (ovvero a link diretto, nel quale vedete l’immagine senza passare per il sito, lo si può anche implementare in varie pagine web) e richiedere un abbonamento aggiuntivo di ben 400 euro annui per mantenere questa funzionalità.

Photobucket ricatto

Quest’evento non è del tutto nuovo. Anche Imageshack, famosissimo in passato per aver offerto l’hosting gratuito d’immagini, ha di colpo avvisato gli utenti che il servizio andava per passare ad uno a solo pagamento. Almeno quello ha lasciato almeno 30 giorni di tempo per estrarre le immagini, cosa che non è esattamente successa con Photobucket.

Photobucket conta almeno 10 miliardi d’immagini memorizzate e sta prendendo in considerazione le proteste che sta ricevendo, anche se non si capisce se deciderà di cambiare idea o meno.

Lascia un Commento

XHTML: È possibile utilizzare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>